HomeDove TrovarciContatti
24-04-2021 14:19:43

Incontro con il Capo della Protezione Civile Curcio in Puglia


Incontro molto proficuo quello di ieri tra il Capo del Dipartimento di Protezione Civile, Ing. Fabrizio Curcio, il dirigente del servizio Regionale di Protezione Civile, Dott. Mario Antonio Lerario, e i sei Presidenti dei Coordinamenti del Volontariato di Protezione Civile della Regione Puglia.
Dopo aver ringraziato tutti i Volontari che da oltre un anno sono impegnati in prima linea per le attività di assistenza alla popolazione connesse alla pandemia in corso, ma soprattutto per il lavoro straordinario che stanno facendo in tutti gli HUB regionali in perfetta sinergia con le altre componenti del sistema di Protezione Civile, il Capo Dipartimento ha tenuto a precisare che è sì consapevole del fatto che a volte ai Volontari è stato chiesto di svolgere anche delle attività "border-line', ma che - in un periodo di emergenza sanitaria senza precedenti come questo - lo Stato, le istituzioni ma soprattutto la gente comune ha bisogno dei Volontari, punto di riferimento in grado di infondere sicurezza, senso di professionalità e soprattutto l'immagine di un sistema di Protezione Civile che "funziona".
In Puglia sono stati raggiunti obiettivi straordinari e questo è merito di tutti, poiché senza un'organizzazione "di sistema" traguardi del genere non sarebbero stati possibili; pertanto, come ha sottolineato l'Ing. Curcio ai Presidenti dei Coordinamenti, a loro va il delicato incarico di farsi portavoce e tramite - sul territorio e nei confronti di tutti i Volontari che operano in questo momento - del suo ringraziamento per quanto fatto finora e dell'invito a non mollare, perché il traguardo è sempre più vicino.
Il Presidente Bisanti, a nome dei colleghi dei Coordinamenti di Puglia, ha sottolineato quanto inevitabilmente i Volontari siano stanchi e provati non solo a causa del protrarsi dell'emergenza epidemiologica, ma anche per le rimostranze di quella parte (piccola) della cittadinanza che talora riversa i propri disagi sui Volontari, inconsapevole - forse - che simili disservizi, parlando di grandi numeri, sono inevitabili. È tuttavia da rilevare che rallentamenti ed imperfezioni - comprensibili in una situazione anomala come quella che stiamo vivendo - diminuiscono di giorno in giorno, man mano che la "macchina" si perfeziona e velocizza.
Il nostro messaggio alle comunità e alle istituzioni è che il Volontariato di Protezione Civile c'è e continuerà a servire la comunità come ha sempre fatto; va tuttavia esternata la preoccupazione per l'approssimarsi della campagna AIB 2021, durante la quale moltissimi dei volontari attualmente impegnati negli HUB regionali dovrebbero contemporaneamente dedicarsi alle attività di prevenzione e lotta attiva, per far fronte alle criticità connesse con la stagione degli incendi e tutelare il patrimonio boschivo pugliese, ogni anno puntualmente martoriato dagli incendi.


Stampa - Letture: 356 | Stampe: 40