HomeDove TrovarciContatti

Attività Statutarie


Il Coordinamento è senza fini di lucro, apartitico e democraticamente gestito. Persegue le finalità di Protezione Civile previste dal D.P.R. 194/2001, emanato in attuazione dell’art. 18 L. 225/92, nonché gli scopi e le indicazioni previste dalla D.G.R. 20 aprile 2010 n. 1019, svolgendo i seguenti compiti:

1)  Contribuire allo sviluppo ed al potenziamento del volontariato di Protezione Civile;

2) Promuovere un effettivo legame ed un miglior rapporto di collaborazione tra tutte le Associazioni di Volontariato ed i Gruppi Comunali di Protezione Civile del territorio provinciale e la Regione Puglia;

3) Realizzare interventi comuni al fine di garantire la presenza di un gruppo sinergico capace di raccordarsi in tutte le fasi di previsione, prevenzione, soccorso ed informazione, traducendo in qualità di intervento la cooperazione tra vari soggetti in caso di eventi calamitosi.

4) Promuovere ogni forma di studio, dibattito, informazione, formazione, aggiornamento ed addestramento dei propri associati in un momento organizzato e coordinato dallo stesso Coordinamento, nel rispetto delle autonomie dei singoli sodalizi aderenti;

5) Promuovere la “cultura” del volontariato di protezione Civile e sostenere la costituzione di nuove realtà di associazionismo operante nel medesimo l’ambito;

6) Organizzare corsi di formazione e/o di addestramento in ambito di protezione civile rivolti ai volontari appartenenti ai sodalizi aderenti;

7) Elaborare suggerimenti operativi finalizzati alla ottimizzazione dell’operatività  della “Colonna Mobile” della Regione, che tenga conto delle specificità delle singole Associazioni di Volontariato e dei Gruppi Comunali aderenti, nonché delle peculiarità e delle criticità del territorio provinciale;

8) Compiere interventi e soccorsi in territorio provinciale, regionale, nazionale ed internazionale;

9) Collaborare con i Comuni e con i Sindaci per promuovere la nascita e la crescita di Associazioni di Volontariato e dei Gruppi Comunali di Protezione Civile sul territorio comunale;

10) Collaborare con i Comuni e con i Sindaci in caso di eventi ad impatto locale rilevante per i quali sia stata dichiarata l’emergenza con Ordinanza di Protezione Civile dal Sindaco ai sensi del T.U. sugli Enti Locali e previa informazione alla Sala Operativa regionale.